6 principi per motivare nello studio

La dottoressa Eva Pomerantz dell’università dell’Illinois, negli Stati Uniti, ha condotto diversi studi su come facilitare la motivazione e il successo a scuola dei bambini e delle bambine, senza andare a indebolire la loro “regolazione emotiva”, ossia la loro autonoma crescita emotiva attraverso successi e insuccessi. Per questo ha messo un forte accento sul potere dell’ambiente in cui vivono proprio per lo sviluppo delle loro capacità scolastiche ed emotive.

Insieme ai suoi collaboratori (Pomerantz, Kim, Cheung, 2012) ha perciò creato questa guida per i genitori suddivisa in 6 punti, da tenere a mente:

  1. L’abilità è malleabile. Ogni bambino/a può migliorare, nonostante le sue tante difficoltà. Occorre quindi sostenerli sia in modo pratico, con le giuste strategie, sia a livello emotivo, non smettendo di credere che possono riuscire e trasmettendo loro questa convinzione.
  2.  Il vostro coinvolgimento conta per loro. Una delle cose più importanti che possiate fare come genitori è essere coinvolti nella loro vita scolastica, per esempio chiedendo a vostro/a figlio/a che cosa sta imparando.
  3. Sostenere la loro autonomia. Essere coinvolti nella loro istruzione scolastica è il primo passo per motivarli a scuola. Molte ricerche hanno dimostrato come la chiave per motivarli è far loro percepire che sono responsabili delle loro vite, quindi del loro apprendimento e delle loro capacità.
  4. Mantenersi positivi. Troppo spesso i compiti sono frustranti per i/le bambini/e e ragazzi/e, perfino per quelli che vanno abbastanza bene a scuola. Mantenere un dialogo positivo con loro anche rispetto ai compiti è una chiave importante per motivarli.
  5. Fornire feedback corretti. Sottolineare in modo specifico e dettagliato quali errori sono stati commessi, ma col preciso proposito di incoraggiarli a trovare strategie migliori per evitare lo stesso errore la prossima volta.
  6. Ogni bambino/a è diverso/a. Bisogna imparare a conoscere il/la proprio/a bambino/a. Essere sensibili a quelle che sono le loro proprie particolarità può davvero aiutare a mettere in pratica tutti questi suggerimenti.

parent-teen-talk

Spero che questi principi scritti dalla dott.ssa Pomerantz e collaboratori possano essere un utile spunto di riflessione e di aiuto concreto.

 

 

 

Pomerantz, E. M., Kim, E. M., & Cheung, C. S. S. (2012). Parents’ involvement in children’s learning.

 

Annunci

One thought on “6 principi per motivare nello studio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...